Ricette,  Secondi di carne

Ossibuchi alla milanese

Gli ossibuchi alla milanese sono uno dei grandi classici della cucina lombarda, un secondo ricco e gustoso che benché piatto milanese può essere rifatto praticamente ovunque!

In Lombardia e in particolare a Milano, quasi tutte le trattorie tipiche lo propongono, assieme al risotto giallo e alla mitica cotoletta.

Non serve avere doti da grandi chef per fare questo piatto regionale ma serve solo avere un po’ di pazienza. La cottura è lunga e bisogna controllarla di tanto in tanto, ma il procedimento è alla portata di tutti.

L’unica parte difficile di questa ricetta è quella di reperire ossibuchi di vitello freschi, devono essere chiari e morbidi. Affidatevi al vostro macellaio di fiducia e il gioco è fatto.

Trattandosi di una ricetta familiare può subire alcune variazioni, questa è la versione che più si avvicina alla ricetta storica.

L’ossobuco spesso si accompagna con il risotto alla milanese e in genere assieme costituisce piatto unico, qui invece lo proponiamo con la gremolada che è un condimento fatto con olio, aglio e prezzemolo che dà freschezza all’intero piatto e va a sgrassarlo.

Ecco come si fanno gli ossibuchi alla milanese con la gremolada.

Ingredienti

Ossobuco di vitello 1,2 kg (4)

Burro 60 gr

Vino bianco 80 ml

Brodo di carne q.b.

Farina q.b.

Sale q.b.

Pepe nero q.b.

Ingredienti per la gremolada

Scorza grattugiata di 1/2 limone

Spicchio di aglio 1

Salvia 3 foglie

Rosmarino 1 rametto

Prezzemolo 1 ciuffo

In una casseruola mettete del burro e fatelo sciogliere dolcemente. Mentre ciò avviene preparate gli ossibuchi incidendone i bordi, ciò farà in modo che non si arriccino le fette durante la cottura.

Passatele ora nella farina e scuotetele un po’ per eliminarne l’eccesso. Adagiate le fette di carne nel tegame e a fiamma bassa fatele rosolare su tutti i lati. Una volta ben rosolati andate a sfumarle con il vino bianco, in questo momento alzate la fiamma e fate evaporare velocemente.

Quando tutta la parte alcolica sarà evaporata aggiungete del brodo caldo, andando a coprire totalmente e proseguite la cottura, coprendo con un coperchio e abbassando la fiamma al minimo per almeno un’ora e mezzo.

Controllate ogni tanto e vedete se c’è bisogno di aggiungere altro brodo, in tal caso aggiungetelo.

Quando il vitello è cotto preparate il condimento tritando a coltello le erbe aromatiche, l’aglio e la buccia del limone.

Ora su ogni fetta di carne aggiungete un po’ di burro e un cucchiaino di gremolada.

Impiattate e servite.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *