DOLCI

Pastiera tradizionale napoletana

Autori

Luca Pappagallo

Tempo di preparazione: 50 min

Tempo di cottura: 60 min

Tempo di riposo: 0 min

Dosi per: 6 persone

Metodo di cottura: Al Forno

Stagioni: Primavera, Estate, Autunno, Inverno

Servizio: Freddo

Difficoltà: Medio

Origine: Italia , Napoli

La pastiera tradizionale napoletana è un dolce leggendario della cucina partenopea. La regina indiscussa tra i dolci di Pasqua non manca mai a tavola durante quei giorni. Il suo profumo è inconfondibile, il suo sapore caratteristico e la sua consistenza è incredibile. Il guscio di frolla racchiude una crema dall'aroma fiorato e stuzzicante, il grano dona un effetto molto particolare durante l'assaggio, i canditi rinfrescano e deliziano. Una vera e propria esplosione di gusto, bellezza e bontà davanti al quale è impossibile non cedere.

Dietro questo dolce tradizionale napoletano ci sono moltissimi miti e leggende. Intanto l'origine: sembra che sia nato a Spaccanapoli in un convento, dal genio di alcune suore che avendo pochi ingredienti a disposizione riciclarono della pasta avanzata (Pastiera= pasta di ieri) unendola a arance candite, ricotta e millefiori. Un'altra leggenda è quella legata al motivo per il quale si fanno sette strisce in superficie. Storia narra che sia la rappresentazione dall'alto della cartina di Neapolis, la parte della città più antica e sembra rappresentino i tre Decumani Maggiori che si intersecano con i quattro cardini.

Di certo si tratta di una storia inventata ma la pastiera napoletana è così mitica che mi piace pensare sia vero!

Ingredienti per la frolla

Farina 00 200 g

Burro 40 g

Strutto 40 g

Zucchero 80 g

Acqua 40 ml

Ingredienti per il ripieno

Ricotta di pecora 250 g

Zucchero 240 g

Grano per pastiera 250 g

Arancia candita 50 g

Uova 3

Latte 0.5 cucchiai

Aroma ai fiori d’arancio 1 cucchiaino

Sale 1 pizzico

Preparazione

Quando volete realizzare la ricetta della pastiera napoletana per prima cosa dedicatevi alla preparazione della frolla: in una ciotola mettete il burro e lo strutto, unite lo zucchero e cominciate a lavorare il composto prima con un leccapentole e successivamente con le mani fino ad incorporare bene gli ingredienti. Aggiungete poco alla volta l’acqua facendola incorporare ad ogni aggiunta, sempre lavorando con le mani, successivamente unite la farina e continuate a lavorare fino ad ottenere un composto omogeneo e compatto, avvolgete nella pellicola e trasferite in frigo per almeno 30 minuti.

1

Nel frattempo dedicatevi alla preparazione del ripieno, per prima cosa stringete il grano cotto con le mani in modo da ammorbidirlo leggermente e tenete momentaneamente da parte.
Mettete ora in un contenitore la ricotta setacciata e lo zucchero quindi amalgamate bene, incorporate anche il grano. In un ciotolino a parte sbattete le uova e unitele al composto di ricotta, la quantità di uova va in base alla consistenza della ricotta nel nostro caso sono state necessarie tutte e tre le uova, se la ricotta fosse molto morbida potete utilizzare meno uova sbattute. In fine aggiungete un pizzico di sale, il latte, l’aroma di fiori di arancio e l’arancia candita a cubetti, amalgamate bene il tutto.

2

Trascorso il tempo di riposo della frolla stendetela, aiutandovi con poca farina, dello spessore di circa 2 mm scarsi quindi ponetela in uno stampo da pastiera del diametro di 22 cm, cosparso con dello staccante, bucherellate la base con i rebbi di una forchetta e rimuovete la pasta in eccesso dai bordi. Versate il ripieno nello stampo e con la frolla rimanente formate 7 strisce da porre sopra la pasta della larghezza di circa 1 cm. Posizionate prima 4 strisce per un verso e poi le altre 3 in modo da formare una griglia.

3

Trasferite in forno statico a 200°C per 60 minuti. Sfornate la pastiera e lasciate raffreddare completamente prima di servire, se la lasciate riposare una notte intera sarà ancora più buona.

4

Servite!

Pastiera tradizionale napoletana

RICETTE CORRELATE