DOLCI

Baklava

Autori

Luca Pappagallo

Tempo di preparazione: 50 min

Tempo di cottura: 40 min

Tempo di riposo: 6 h

Dosi per: 4 persone

Metodo di cottura: Al Forno

Stagioni: Primavera, Estate, Autunno, Inverno

Servizio: Freddo

Difficoltà: Medio

Tra i dolci turchi degni di nota, sul podio, posso senza ombra di dubbio posizionare la baklava. In realtà questa specialità fatta con pasta fillo, frutta secca e miele, principalmente si trova facilmente anche in altri luoghi come ad esempio in Grecia o in Libano.

Ovviamente, essendo un dolce oramai diffuso, lo si può gustare con qualche piccola differenza. Ciò che però rimane costante è la presenza del miele a fiumi e della croccante frutta secca. Il mix è davvero incredibile.

Molto semplice da realizzare, è il dessert che stupisce e sorprende proprio per la sua particolarità. Portatelo a tavola dopo una cena tra amici, oppure servitelo con il thè. Sarà certamente molto apprezzato.

L'origine del baklava si fa risalire  a un po' di anni fa quando in cucina c'era davvero poco e bisognava utilizzare ciò che si aveva a disposizione. Quello che è certo è che sia nato nei Paesi balcanici. 

La ricetta originale prevede che la pasta sia stesa rigorosamente a mano dalle abili mani delle donne turche, ma ovviamente questa mia versione è alla portata di tutti. Oggi la pasta fillo si trova facilmente in commercio e ciò rende questa preparazione alla portata di tutti.

Provate questo dolce turco e vedrete che sapore!

Ingredienti

Pasta fillo 20 fogli

Noci 300 grammi

Burro 160 grammi

Granella di pistacchio quanto basta

Ingredienti per lo sciroppo

Zucchero 150 grammi

Miele 90 grammi

Limoni 0.5 pezzi

Acqua 200 millilitri

Preparazione

Per prima cosa, aprite la pasta fillo, separate i fogli e dopo aver pennellato il fondo dello stampo con un po’ di burro fuso, adagiate su di esso il primo foglio. Procedete così fino a mettere 4 strati intervallati da un velo di burro. Siccome la pasta tende a seccarsi subito, vi conviene tagliarla nelle forme opportune e tenerle poi sotto un canovaccio umido.

1

Tritate le noci con un mixer fino ad ottenere una granella non troppo fine; potete effettuare questa operazione anche a coltello.

2

Spennellate la base dei fogli con un altro velo di burro e mettete 1 terzo delle noci tritate. Spennellate un foglio di pasta fillo e capovolgetelo sulle noci in modo da avere il burro a contatto con le noci.
Proseguite allo stesso modo in modo da avere complessivamente 4 fogli di pasta fillo, noci, 4 fogli di pasta fillo, noci, 4 fogli di pasta fillo, noci. Infine componete l’ultimo strato con 8 fogli di pasta fillo, imburrando sempre ogni strato tranne l’ultimo.

3

Tagliate ora nel modo che preferite in modo da ottenere le porzioni, rettangolari, quadrati o, come nel mio caso, a rombi.

4

Spennellate con il burro l’ultimo strato, in quantità più generosa rispetto agli strati e infornate a 180°C, forno statico, per 35-40 minuti o fino a doratura.
Quando mancano pochi minuti dal termine della cottura del dolce, in un pentolino mettete l’acqua e aggiungete lo zucchero, il miele, il succo di mezzo limone e, se vi piace, anche la cannella.

5

Portate ad ebollizione, fate sciogliere bene il miele e lo zucchero e lasciate sul fuoco per 5 minuti, senza farlo restringere troppo.
Rimuovere l’eventuale schiuma che si formerà dalla cottura del miele, quindi spegnete il fuoco. Una volta pronto, estraete il dolce dal forno e con un mestolo versate lo sciroppo su tutta la superficie della teglia.

Decorate ogni porzione con la granella di pistacchi e lasciate riposare il dolce per un minimo di 6 ore, anche se è decisamente meglio lasciarlo una notte intera.

6

Servite!

RICETTE CORRELATE