INGREDIENTI

Acciughe sott’olio

Autori

Luca Pappagallo

Kcal

Kcal x 100gr: 206

Allergie

Allergeni: Pesce

Stagionalità

Stagionalità: Primavera, Estate, Autunno, Inverno

Alimentazioni

Alimentazioni: Onnivora

Le acciughe sott'olio costituiscono un ottimo modo per conservare le acciughe in modo tale da poterle consumare in tempi più lunghi. Questo tipo di prodotto è realizzabile senza problemi anche in casa, molteplici sono, infatti, le ricette che potrete consultare anche online.

In sostanza si tratta di acciughe fresche lavate, diliscate e asciugate per bene con della carta assorbente. Vengono scottate per un minuto circa in un mix di aceto e vino bianco, quindi riposte in un vaso da conserva dopo averle asciugate nuovamente su carta assorbente, quindi saranno coperte da ottimo olio extravergine d'oliva.

Potrete aromatizzare le vostre acciughe sott'olio con ciò che più preferite, a partire dal classico peperoncino, per passare a capperi, aglio, prezzemolo e cipolline fresche.

Per coloro che hanno il timore del botulino, neurotossina pericolosa e che si sviluppa principalmente nelle conserve sott'olio, sappiate che già l'acidificazione delle acciughe con la scottatura in aceto e vino e la sterilizzazione dei barattoli per almeno 3 minuti a 121°C vi metterà al sicuro da questo tipo di rischio.

Famoso è il loro impiego come parte della farcia dei fiori di zucca fritti, ma possono costituire un ottimo ingrediente per rafforzare il sapore di soffritti o come condimento di pizze e focacce.

Essendo un pesce azzurro il consumo di acciughe è molto consigliato per il loro alto profilo nutrizionale, nella versione sott'olio è necessario prestare attenzione a sgocciolarle bene per ridurre l'apporto calorico che l'olio di conserva porta con sé.

Autori

Luca Pappagallo