Zuppe che scaldano l'anima

Acquacotta

Ci sono mille varianti di Acquacotta, questa è la mia variante, quella maremmana. È una ricetta antica di origine toscana, quasi leggendaria. Come ogni piatto povero e rustico è semplice da fare, saporito e nutriente. Una sorta di zuppa che ha visto anche diverse evoluzioni nel tempo. La ricetta è alla portata di tutti.

Pochi, pochissimi ingredienti fanno di questo piatto un piatto speciale. L’olio buono, i pomodori da sugo ben maturi, le cipolle dolci e saporiti lo rendono speciale. Un comfort food estivo che vi conquisterà al primo assaggio.

Provate questa versione e ve ne innamorerete di certo.

Ingredienti

Cipolle 600 gr

Sedano 500 gr

Pomodori San Marzano 2 kg

Basilico q.b.

Peperoncino rosso piccante 1 (a piacere)

Brodo vegetale q.b.

Uova 4

Parmigiano Reggiano grattugiato 60 gr

Pepe nero q.b.

Olio EVO q.b.

Sale q.b.

Pane in fette q.b.

Per preparare l’acquacotta affettate per prima cosa le cipolle, quindi mettete in un casseruola dai bordi alti un filo di olio e aggiungete la cipolla. Pulite il sedano dai filamenti e tagliateli a pezzi. Aggiungete anche questo alla cipolla.

Preparate ora i pomodori possibilmente ben maturi e San Marzano o comunque da sugo, quindi aggiungeteli. Se vi piace potete mettere anche un peperoncino. Ora addizionate anche il basilico e salate. Coprite con il brodo vegetale, ma se non lo avete va bene anche solo l’acqua e cuocete per 40 minuti.

Trascorso questo tempo, assaggiate e decidete se ci va ancora un po’ di sale, e nel caso aggiungetelo.

Mettete in cocottine con il pane bruschettato. L’acquacotta può essere mangiata anche fredda o con aggiunta di uova e formaggio.

22 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *