pollo in scapece
Secondi

Pollo in scapece

Ecco come rendere un pollo qualsiasi in un pollo speciale! Il pollo in scapece è tutto questo e molto di più! La ricetta che vi proponiamo qui di seguito infatti si allontana un po’ dalla scapece classica e percorre una strada tutta sua!

Questa ricetta si può mangiare appena fatta anche se a mio avviso mangiata fredda e addirittura il giorno dopo ha un tutt’altro sapore!

Provate questa ricetta con il pollo, ecco gli ingredienti.

Pollo 1kg

Aceto 125ml

Vino bianco 125ml

Cipolle 250g

Carote 250g

Pomodorini 200g

Aglio 6 spicchi

Alloro 2 foglie

Pepe nero in grani 1 cucchiaino

Peperoncino fresco 1

Rosmarino 2 rametti

Zafferano 2 bustine

Sale qb

In una casseruola mettete un filo di olio quindi aggiungete il pollo e fatelo rosolare per bene su ogni lato. Ci vorrà un po’ di tempo da deve essere fatta molto bene la sigillatura iniziale.

Nel frattempo affettate le carote e le cipolle in maniera non troppo fini e quando il pollo sarà ben rosolato alzatelo e deglassate il fondo con il vino. Fatto ciò aggiungete le verdure, l’aglio, un paio di foglie di alloro e se vi piace il peperoncino fresco. Ora con tutta tranquillità fate stufare il tutto per almeno una decina di minuti.

Il vino a questo punto sarà assorbito e la parte alcolica evaporata: ora potete mettere il pollo, l’aceto, i pomodorini interi, sale e qualche rametto di rosmarino. Aggiungete alla fine lo zafferano in polvere e l’acqua bollente. Fate cuocere la carne per una trentina di minuti. Quando la carne si staccherà dall’osso, è pronto.

Prendete i pezzi di pollo e trasferiteli sul fondo di una nuova pentola, al di sopra mettete le verdure e il liquido di cottura. Coprite con un coperchio e aspettate che si freddi totalmente.

Si può mettere in frigo o lasciarlo a temperatura ambiente. Mangiato il giorno dopo è ancora più buono!

8 commenti

    • Ginola

      Ho provato questa tua ricetta del pollo in scapece, che dire che non sia già stato detto: FA VO LO SA!!! Ma quel che mi spinge (e non solo me, ma tutti gli altri) a seguirti e a provare le tue ricette è la tua (competente) semplicità e la tua simpatia! Non gli chef seriosi davanti ai quali non oseresti alzare lo sguardo (maremma suggiula…pensa te!), ma un “maestro” che, mentre ti insegna, ti fa divertire…sì, perchè io rido come una demente seguendo un tuo video! E poi, mi fai… schiantare in fondo, quando assaggi… Perché, piccinino, te ti sacrifichi per noi… “ora assaggio -dici- lo fo’ per voi…”! Pora creatura che sacrificio!!! E si vede che ti sacrifichi… Si vede il gusto perfetto che dalla bocca sale agli zigomi, per arrivare agli occhi e poi…si riflette a noi! Allora è vero che lo fai per noi!!! 😂 😂 😂 Grazie!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *