ricette internazionali

Ramen

Il ramen è uno dei piatti giapponesi più famosi e conosciuti al mondo. Se avete avuto la fortuna di fare un viaggio in Asia avrete sicuramente osservato come il popolo orientale lo mangi in qualunque ora del giorno e della notte, o se siete appassionati di cartoni animati giapponesi sapete benissimo quanto essi ne siano ghiotti.

Il termine Ramen in giapponese sembri derivare dal mescolare e in effetti si tratta di un piatto lento, che si fa con pazienza e costanza, ma il risultato finale è davvero sorprendente!

Ogni famiglia, ogni quartiere ogni città e ogni regione del Giappone hanno la loro particolare ricetta, ma tutte ottime. C’è chi fa diverse aggiunte o chi sottrae qualcosa ma il risultato è sempre ottimo. Questa che vi proponiamo qui è una ricetta fedele, che a noi piace molto. Provatela e vedrete che sapore incredibile e soprattutto che soddisfazione!

Ingredienti

Ossa di manzo 6

Arista di maiale 600g

Porro 1

Zenzero 5 fette

Alga Kombu 10g

Aglio un capo

Ossobuco 2

Cipollotto verde 4

Per la salsa

Aglio 1 spicchio

Zenzero 4 fette

Salsa di ostriche 1 cucchiaio

Salsa di soia chiara 280g

Sake 110g

Mirin 110g

Per le uova marinate

Uova 4

Aglio 2 spicchi

Salsa di soia 50g

Zucchero di canna 1 cucchiaio

Vino cinese 1 cucchiaio

Zenzero 4 cm grattugiato

Acqua 200ml

Udon

per circa 6 persone

Quando volete realizzare la ricetta del ramen, per prima cosa prendete le ossa di manzo pulite e mettetele in una pentola con l’acqua. Portate a bollore, questa operazione vi servirà per pulirle ancora meglio.

Passate ora preparare il uova morbide. Tuffate le uova in acqua bollente e cronometrate per 6 minuti esatti. Trascorso questo tempo alzatele e passatele nell’acqua ghiacciata e lasciate che si raffreddino per almeno un’ora. In questo tempo andate a preparare la salsa che servirà da condimento.

Unite in un ciotolino, l’acqua, la salsa di soia, la salsa di ostriche, un cucchiaio circa di zucchero di canna e uno di vino cinese quindi mischiate tutto bene aggiungendo anche un paio di spicchi di aglio e 4 cm di zenzero grattugiato. Mescolate bene e tenete lì da parte.

Ritornate all’acqua con le ossa e se ha raggiunto il bollore scolate e passate sotto l’acqua fredda, quindi mettete da parte.

Ora passate al brodo, aprite a metà il porro e sciacquatelo, mettetelo in una pentola molto capiente assieme all’alga kombu, all’ossobuco, allo zenzero, all’aglio e un piccolo pugno di sale grosso. Aggiungete l’acqua, in questo caso 6 litri e mettete sul fuoco, che deve essere basso. Il tutto dovrà cuocere per circa 3 ore e mezzo.

Trascorso questo periodo aggiungete anche la carne di maiale, nel nostro caso abbiamo messo una arista e proseguite la cottura per un’altra ora e mezza.

Filtrate ora il brodo per eliminare tutte le impurità e sarà più facile da sgrassare.

In un pentolino ora preparate il condimento, mettete la soja, il sake, il mirin, l’aglio schiacciato e 4 fettine di zenzero. Accendete il fuoco e fate cuocere per 5 minuti in modo che si insaporisca e si rapprenda per bene. Quindi coprite con la pellicola.

Ora andate a condire le uova, dopo averle sbucciate, mettetele in un sacchetto e aggiungete il condimento, chiudete e mettete in frigo.

Spegnete ora il brodo, recuperate il maiale e spennellate con la salsina preparata. Mettete tutto da parte e continuate la preparazione facendo trascorrere 24 ore.

Il giorno dopo riprendete il brodo e eliminate tutto il grasso che sarà affiorato e solidificato quindi rimettetelo sul fuoco. Nel frattempo tagliate a fette il cipollotto, affettate in maniera fine anche la carne cotta nel brodo, e mettetela in una ciotola con la salsa preparata.

A questo punto cuocete gli udon o gli spaghetti orientali, in acqua senza sale.

Ora finalemente non vi resta che aspettare. Sul fondo di una ciotola, mettete la salsa di soia, il brodo, e i noodles, la carne, le uova tagliate a metà e per ultimo il cipollotto.

Servite caldo.

5 commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *