pasta c'anciova
primi

Pasta c’anciova

La pasta c’anciova è un favoloso primo della tradizione palermitana, ricco e saporito è uno di quelli perfetti da portare a tavola la domenica a pranzo quando magari attorno al tavolo si riunisce tutta la famiglia.

Un piatto economico, di origine popolare che però fa fare sempre ottima figura. Fatto con pochi ingredienti che si trovano facilmente ha un sapore davvero speciale: le acciughe con la loro sapidità vanno in contrasto con la dolcezza dell’uva passa, i pinoli e il pane grattugiato invece conferiscono un tocco croccante che non guasta mai.

Molto veloce da preparare è l’ideale ance per una spaghettata serale, magari da fare in estate con gli amici che gradiranno di certo.

La pasta c’anciova bianca è quel classico asso nella manica che si può tirare fuori in tantissime occasioni e con il quale non si sbaglia mai.

Ecco come si fa la ricetta originale della pasta c’anciova palermitana.

INGREDIENTI

Mafalde 400 gr

Cipolla 80 gr

Aglio 1 spicchio

Acciughe sott’olio (sgocciolate) 20 gr

Concentrato di pomodoro 130 gr

Uva passa 30 gr

Pinoli 30 gr

Mollica di pane 150 gr

Sale q.b.

Pepe nero q.b.

Olio evo q.b.

Quando volete fare l’anciova per prima cosa mettete in ammollo l’uvetta in poca acqua e lasciatela lì il tempo necessario. Fatto ciò passate a tritare finemente la cipolla e fatela appassire in padella con un giro di olio, tritate anche lo spicchio di aglio e aggiungetelo alla cipolla.

Dopo qualche minuto unite i filetti di acciuga e lasciateli sciogliere a fiamma bassa, mescolate di tanto in tanto. Una volta che i filetti si saranno sciolti unite il concentrato di pomodoro e diluite con 1-2 mestoli di acqua calda, tenendo sempre il fuoco al minimo.

Mescolate il sughetto e unite l’uvetta scolata, scolata dall’acqua di ammollo, e i pinoli.

Assaggiate e decidete se regolare di sale e pepe.

Fate cuocere a fuoco medio mantenendo umido all’occorrenza, allungando con un po’ di acqua di cottura della pasta.

In una nuova padellina antiaderente fate tostare la mollica di pane ridotta in briciole soltanto con un filo d’olio fino a quando avrà raggiunto un colore dorato.

Lessate la pasta in abbondante acqua salata, noi abbiamo usato le mafalde ma potete usare anche altra pasta lunga.

Scolatela al dente nella padella con il condimento, nel caso si fosse ristretto troppo aggiungete un mestolo di acqua della pasta.

Mescolate bene e trasferite la pasta nei piatti.

Cospargete con le briciole di pane tostate e servite subito la pasta c’anciova.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *