Articoli

Plastica plastica e ancora plastica

 

Mi sono sempre domandato a chi si rivolgono quei pubblicitari che continuano a proporci piatti palesemente di plastica, così perfetti, fatti da una nonna così perfetta che probabilmente ha 12 anni ed è travestita da vecchia, da bambini che sembrano scimmiette ammaestrate e così via …
Lasagne che paiono assemblate a crudo (anzi di sicuro lo sono) che sono appetibili quanto un pezzo di scoglio con le alghe …
Chi stanno rappresentando? La mia famiglia no davvero e neanche tutte le persone che conosco.
Qual’è il messaggio che stanno lanciando? Che tutti noi siamo degli idioti visto che non riusciremo mai ad arrivare a quel livello di plastica?
La fortuna – dei pubblicitari, responsabili del marketing etc etc, ma davvero, è che questi prodotti resistono alla loro insipienza, che i prodotti che pubblicizzano riescono a superare anche una pubblicità irritante.
Vedo persone brillanti, frizzanti, intelligenti, acute … trasformate con una messa in piega non solo dei capelli. Mi immalinconisce tutto questo grigiore.
Perchè devo scrivere queste cose dopo un anno e passa di totale silenzio? Non lo so, non c’è un reale vero motivo, sono tante gocce che in questo anno hanno riempito la mia testa, ma non volevo reagire, ho cercato di non reagire mai. C’è sempre un limite.
 

5 commenti

  • Isabella

    Sono perfettamente d’accordo con te .
    Io gradisco molto il tuo modo di porci le tue splendide ricette .
    Ma ciò che ami di più sono i tuoi assaggi

  • Isabella

    Sono perfettamente d’accordo con te .
    Io gradisco molto il tuo modo di porci le tue splendide ricette .
    Ma ciò che amo di più sono i tuoi assaggi

  • Vincenzo

    Carissimo Luca, penso esattamente le stesse cose. Il fatto è che l’ industria asta riuscendo a cambiare il gusto medio. L’ uso del glutammato è una delle scelte. Chi lavora in cucina sa che c’è sempre più gente col palato rovinato da prodotti che hanno convinto sia QUELLO il gusto di una determinata pietanza. Un giorno ero al super e ho sentito una ragazza che diceva al gruppetto di amici: Dai, compriamo questo, è la cosa più buona che abbia mai mangiato!!. Per uno che ama cucinare si accende la curiosità. Cosa poteva essere sugli scaffali del super di così esclusivo? Era del purè in fiocchi. Un mio amico chef nel suo albergo mi ha confermato che spesso i più giovani non riconoscono il sapore del purè fatto con tutti i crismi. Lo trovano pesante. Il loro gusto è stato variato per sempre su quello industriale, magari con l’ acqua al posto del latte…

    • Sandro

      Non per me,
      Ormai si corre h18 moglie e marito per lavoro, quindi vanno bene cibi precotti, ormai anche i supermercati cucinano e surgelati.
      Alzatevi un’ora e mezzo prima andate con calma a pranzo uno spaghetto aglio olio se piace peperoncino, ci sono tantissime cose semplice, certo dopo cé da lavare due pentole, du piatti e un bicchiere se lo fai subito sono 5mn, idem per la cena. Rivalorizziamo le botteguccie no hai grandi market solo perché sono aperti anche h24.
      Odio mangiare su plastica anche a un pic nic.
      La plastica e la mondezza è grave, buttata dappertutto adesso ci mancavano pure le mascherine a terra

  • Angela Esposito

    Non ho mai comprato i cibi pronti e confezionati , neanche quando lavoravo , i cibi pronti li facevo durante il fine settimana e poi li congelavo . Sono 7/8 anni che uso prodotti bio , ho iniziato con i detersivi e ne uso la metà di quelli che si comprano al supermercato , e ho visto la differenza nei sapori del cibo e in tutto quello che compero .

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *